Osservavo l’iride dei tuoi occhi, colori puntiformi, strie colorate rotondeggianti, che oscurano la tua parola, trattenuta d’un fiato poi gettata via come si fa con i sogni.

Eppure la scena era chiara, luminosa, si apriva come vela al vento e mi trasportava, navigando nel tuo mare, in una nuova dimensione, attraversando il deserto, turbinio di vortici che dapprima si aprivano sotto il mio sguardo e diventavano filmati forse conservati dal tempo, dei tempi .

Così come ore, che formano i giorni, come attimi che compongono le notti, ritorna il tuo battito, mentre nuoti disperatamente per raggiungere un senso che può sfuggire via ed è questo dolore che attanaglia il tuo pensiero, ma quale senso aveva? Quale destino? 

Il dolore che lascia a poco a poco il corpo, alleggerisce la mente e ritrovo una porta vecchia d’un giardino dimenticato, attraversandolo, riscopro un mondo, il nostro mondo, i tuoi occhi.

Quale delicata poesia ! Come si può resistere e non sgorgare in un pianto, così i miei occhi non trattengono più fiumi misteriosi di lacrime che hai nascosto per troppo tempo.

I battiti del cuore veloci, il respiro rallentato, un tempo non calcolabile. Un abbraccio lunghissimo, vibrazioni e carezze interminabili, una forza che nasconde una vita vissuta e così l’emozione diventa incontro.

Una forma nuova di comunicazione.

Quando l’inconscio si trasforma in poesia e svela i segreti più profondi, nascosti, per paura di volare liberamente, in un mondo che non capisce, che non aiuta a realizzare se stessi, non vuole aiutare nessuno, ma solo sfruttare le situazioni.

Così conoscersi diventa davvero magico, scrutando il nostro mondo interiore, guardandosi negli occhi, l’uno nell’altra, per scoprire le vere emozioni importanti, che solo contano davvero.

Un racconto che s’intreccia con i tuoi pensieri, che svela i misteri, questo è il vero senso dell’amore.

E’ questa luce che ci salverà, è questo grande amore, che troverà la serenità solo quando i miei occhi guarderanno i tuoi e scopriranno piano piano, i veli che trattengono l’emozione che parlerà, raccontando solo la verità, quella che cercavi o avevi paura di trovare, la vera libertà.

Questo pensiero libero, libertà che non giudica, non limita, non distrugge, ma costruisce, senza nulla togliere, nè affetti, nè amici, nè amanti, ma solo donando amore, per entrare in quel giardino, dove la parola ti amo, ti restituisce il segreto del tempo.

Come vorrei potere leggere nei tuoi occhi una nuova poesia, trascrivere insieme, il libro che ci salverà.